Tre milioni per 83 «Tirocini Formativi» nell’Ambito Sociale di Venafro..21 per la città e resto per altri 15 Comuni valle del Volturno…

Pubblicato il 14 luglio 2017 | Da Mario Lepore | Cronaca, Economia, politiche sociali, Venafro

VENAFRO. Una bella somma per combattere la povertà. Tre milioni a disposizione per i «Tirocini Formativi di Orientamento ed Inserimento». Riguardano l’Ambito Sociale di Venafro con l’assegnazione di 83 Tirocini, di cui 21 sono per il Comune di Venafro ed il resto distribuito tra tutti e quindici i Comuni dell’Ambito della Valle del Volturno. E’ stato da poco pubblicato l’Avviso Pubblico «rivolto a soggetti appartenenti a nuclei familiari a rischio povertà finalizzati all’inclusione sociale, all’autonomia delle persone ed alla riabilitazione». Il Tirocinio ha la durata di sei mesi e prevede un’identità di 3mila euro, da erogare al tirocinante in ratei mensili posticipati e di importo lordo pari a 500 euro. «Non è molto- dichiara l’assessora alle Politiche Sociali Angelamaria Tommasonema, in questo momento di particolare crisi economica e di valori, rappresentano piccoli segnali che favoriscono l’inclusione sociale e valorizzano le persone portarici di diverse frafigilità». Le domande di ammissione devono pervenire all’ATS di Venafro entro e non oltre le ore 12,00 del 14 agosto prossimo, per consetire la formazione della graduatoria in base ai punteggi assegnati ad ognuno. I requisiti indispensabili, tra gli altri, a pena sdi esclusione sono:« 1) Consizione di povertà accertata attraverso il possesso di un reddito ISEE familiare non supetriore ai 6mila euro. 2) Dosoccupato o inoccupato desumibile dal certificato di disoccupazione rilasciato dal Centro per l’Impiego( da allegare). 3) Appartenere a un nucleo familiare di cui tutti i membri ( tra i 16 e 64 anni) risultino disocciupati o inoccupati o, nel caso in cui un solo membro della famiglia risulti occupato con un reddito personale lordo non superiore a 16mila euro l’anno se dipendente ed a 9mila euro l’anno se autonomo. 4) Appartenere a un nucleo familiare i cui componenti non beneficiano di altrio tirocini di inclusione sociale o di interventi analoghi». L’assessore alle Politiche Sociali (Tommasone) ed i dipendenti dell’Ambito rimangono a disposizione dei cittadini per eventuali chiarimenti.

Informazioni sull’Autore

Vive e lavora a Venafro. Da ventisette anni fa il giornalista ed ha collaborato con il "Corriere Del Molise" sin dalla sua nascita (Gennaio 1990). Dal 1996 -anno di fondazione- ha collaborato con il quotidiano allora più diffuso della regione "Nuovo oggi Molise" e adesso con Primo Piano. Da sempre scrive per la Redazione di Isernia e soprattutto per la pagina di Venafro e dintorni. Si occupa di tutto: cronaca, politica, sport, costume, cultura ..., anche se il settore d'interesse principale attiene la politica locale.